airplanearrow-right-bannerarrow-right-subscribearrow-rightcampercaravancataloguecircle-calendarcircle-cardcircle-videodiscountdownloademailinarrivoinfolinkmainslider-arrow-leftmainslider-arrow-rightmap-markerpagenav-arrow-leftpagenav-arrow-rightpagenav-gridprintprint_resultsnav-gridresultsnav-listshare-facebookshare-googleplusshare-pinterestshare-twittershareslider-arrow-leftslider-arrow-rightsocial-facebooksocial-linkedinsocial-twittersocial-youtube

Vacanze in Croazia in roulotte: consigli di viaggio

News titolo

Dei nostri clienti sono appena rientrati da un tour in Croazia, probabilmente li conoscete, sono Mattia e Mareika di Caravan Trips.

Dopo 25 giorni in giro per la Croazia con la loro roulotte Fendt tra Istria e il golfo del Quarnaro con le isole di Krk, Cres e Lussino li abbiamo intervistati e vogliamo condividere con voi alcuni piccoli consigli che possono aiutarvi nella vostra prossima vacanza in Croazia.

Pedaggi autostradali

In Croazia come in Italia sono presenti i caselli autostradali per il ritiro del biglietto d’ingresso e per il pagamento del pedaggio. Il costo dell’autostrada varia in base alla tratta e si può pagare in contanti in valuta locale, in Euro oppure con carta di credito.

Si trovano con una buona frequenza aree di sosta lungo le tratte autostradali che, almeno ad agosto, non sono particolarmente affollate e si riesce a sostare senza problemi.

Il bilinguismo stradale, cioè il doppio nome in italiano e croato, è ufficiale solamente in Istria mentre nel resto della Croazia le località sono segnalate esclusivamente in croato.

Dogana in Croazia

L’ingresso in Croazia avviene attraverso la Slovenia che è un paese membro dell’Unione Europea e che aderisce al trattato di Schengen quindi nessuna formalità doganale.

La Croazia è anch’essa parte dell’Unione Europea ma non aderisce al trattato di Schengen e per questo ci sono dei controlli sul confine.

Questi controlli anche se molto veloci, perché solitamente vengono visionati solo i documenti di identità, possono causare code molto noiose.

Se si riesce è consigliato attraversare il confine durante le prime ore del mattino oppure di notte, soprattutto in agosto.

Carta di credito, Bancomat o contanti

La Kuna è la valuta ufficiale della Croazia e difficilmente vengono accettati gli Euro nei supermercati e nei ristoranti.

La soluzione migliore è quella di pagare con la carta di credito dove è possibile e cambiare in loco qualche centinaio di Euro in Kune da utilizzare dove la carta di credito non è accettata. Solo in caso estremo ritirate dal Bancomat in Kune ma qui verranno applicate commissioni maggiori rispetto al cambio fatto in loco agli sportelli, questo dipende dalla vostra banca.

Per cambiare gli Euro in Kune non è un problema, tutti i campeggi svolgono questo servizio rilasciando regolare ricevuta e soprattutto nelle località marittime si trovano cambi ogni dieci metri. Solitamente le commissioni sono il 3%.

Attenzione alle pendenze

Vacanze in Croazia strada pendenza

La Croazia metterà a dura prova il vostro treno, continui sali e scendi sono presenti in quasi tutto il territorio ma soprattutto le isole di Cres e Lussino daranno del filo da torcere alla vostra auto.

Qui si trovano pendenze fino al 12% per circa 60 chilometri.

La strada D100 che taglia l’isola da Cres fino a Lussinpiccolo è l’unica percorribile senza nessun problema.

Il primo pezzo che parte da Porozina, che coincide con l’arrivo del traghetto, è il tratto più stretto e si deve prestare una certa attenzione visto che non sono presenti nemmeno le protezioni e la strada in alcune zone è a strapiombo sul mare. Il resto della strada è a due corsie e si transita senza problemi.

In questa tratta i freni vengono sollecitati copiosamente ed è importante evitare il surriscaldamento ma non è semplice perché è difficile trovare aree per sostare di dimensioni adeguate, ma nel complesso è fattibile.

Prevenire il vento

Soprattutto sulle isole nella zona di Omisalj a Krk, compreso ovviamente il ponte Tito di Krk bisogna prestare attenzione al vento. Qui una piccola svista vi può causare danni al tendalino e rovinarvi la vacanza.

Il comportamento del vento è difficile da prevenire, improvvise raffiche possono arrivare anche quando il cielo è limpido e dopo ore di calma piatta. E’ sempre meglio ritirare il tendalino quando non vi trovate in piazzola oppure fissarlo a terra con picchetti e cinghie trasversali antitormenta.

Il vento è anche però uno spettacolo della natura che vi farà capire quanto è in simbiosi con il territorio partendo dal fatto che in queste zone gli alberi sono radi e raggiungono un’altezza di massimo due metri.

Il pienone di agosto

Vacanze in Croazia omisalj

Purtroppo in agosto questa parte di Croazia è presa d’assalto, non solo da turisti italiani ma soprattutto da tedeschi e olandesi che rappresentano circa l’70% degli ospiti della Croazia.

In questo periodo anche fare 10 chilometri può essere un’impresa soprattutto sulle isole dove solitamente c’è una sola strada principale. Pianificare una gita fuori porta nelle ore calde della giornata metterà a dura prova i vostri nervi.

Anche nei campeggi è buona norma prenotare o comunque chiamare per capire se ci sono piazzole libere prima di arrivare davanti all’ingresso e scoprire che è al completo.

Sotto questi aspetti abbiamo apprezzato molto l’Istria che presenta ai turisti campeggi con ampie aree per il check-in dove è possibile sostare e aspettare che qualche piazzola si liberi. Nelle isole non sempre è presente e a volte fare manovra è un impresa ardua!

Il nostro itinerario: Istria, Krk, Cres e Lussino

Vacanze in Croazia mare

 

E’ la prima volta in Croazia con la caravan, sono passati ormai 10 anni da quella volta in tenda dove abbiamo visitato l’istria e ai laghi di Plitvice.

La Croazia dista 500 km da casa nostra, è facilmente raggiungibile e ora i servizi sono veramente al top.

toccando 6 campeggi tra Istria, Krk, Cres e Lussino, oltre a questo abbiamo visto che il mare è da favola e una natura incontaminata.

Qui puoi vedere il nostro itinerario dettagliato:

mappa

 

Come si è comportata la caravan Fendt

Vacanze in Croazia caravan fendt

 

Abbiamo trascorso 25 giorni in Croazia con la nostra Fendt Bianco Selection 515 SKM e abbiamo avuto modo di capire realmente i pregi di questa caravan.

Su questa roulotte Fendt ci sentiamo come a casa perché ognuno ha i suoi spazi ben organizzati e grazie a questo, anche facendo diverse tappe di pochi giorni, riusciamo a spostarci senza perdere troppo tempo nel posizionare il tutto per il viaggio. Basta veramente chiudere la porta della roulotte e agganciarla all’auto.

Abbiamo apprezzato la coibentazione della caravan nei giorni afosi, quando fuori si bruciava dal caldo il climatizzatore al minimo ci ha consentito di riposarci dopo il viaggio o addirittura di pranzare comodamente seduti in dinette.

Vi potrà sembrare strano ma dopo tanti giorni al solleone, ritagliarsi un angolo di pace a una temperatura di 22 gradi è molto d’aiuto.

Viaggiare leggeri quando si affrontano tanti spostamenti è fondamentale, capire cosa realmente serve e lasciare a casa gli oggetti superflui può cambiare la vostra vacanza.

Abbiamo percorso 1.200 chilometri tra salite e discese, traghetti, tratti di strada dissestata e manovre per uscire dai campeggi che in alcuni casi ci hanno obbligato a sganciare la roulotte dall’auto e tutto è ancora lì al suo posto, pronto per ripartire verso una nuova meta!